05 Febbraio


Simone Cristicchi nasce il 5 febbraio 1977 a Roma, secondo di tre figli. Appassionato di fumetti, rifiuta a sedici anni un contratto della Comic Art come disegnatore di "Tiramolla", intenzionato a proseguire gli studi al liceo classico. Iscrittosi all'Università di Roma Tre a Storia dell'Arte, presta servizio in qualità di obiettore di coscienza, prima di fare volontariato in un centro di igiene mentale. Il suo esordio nel mondo della musica risale a quegli anni: dopo essersi esibito nei locali "The place" e "Il locale", vince nel 1998 il Concorso Nazionale Cantautori, grazie a "L'uomo dei bottoni" che gli vale il Premio Siae per la miglior canzone.
Vincitore del "Cilindro d'argento" al Festival "Una casa per Rino" di Crotone, dedicato a Rino Gaetano, arriva al successo di pubblico nel 2005 con "Vorrei cantare come Biagio", brano tormentone in cui Simone dichiara di voler assomigliare a Biagio Antonacci (denunciando le difficoltà di un artista nel mantenere la propria individualità nella ricerca del successo). Il singolo anticipa l'album "Fabbricante di canzoni", il sui secondo singolo sarà proprio "Studentessa universitaria", che si aggiudicherà il Musicultura Festival e la Targa della Critica.